• 3342309616
  • info@fiabgenova.it
  • Via Caffa 3/5b - 16129 Genova
Blog
Cosa chiediamo ai candidati sindaco di Genova

Cosa chiediamo ai candidati sindaco di Genova

IMG 20210601 WA0002Prima di parlare di mobilità ciclistica e pedonale è necessaria una riflessione su come venga utilizzato lo spazio pubblico nella nostra città. Genova è sicuramente una città complessa, e per questo particolarmente affascinante. Un luogo comune è la mancanza di spazi, ma se esaminiamo bene strade e piazze, ci accorgiamo che gli spazi esistono, ma vengono ripetutamente sottratti alla fruizione collettiva dall’uso esclusivo dei proprietari di auto e moto in sosta. Questo comportamento, che molti cittadini giustificano in nome della consuetudine, è un fattore che restringe non solo lo spazio destinato all’uso collettivo, ma rende angusti gli stessi spazi destinati alle persone più deboli: disabili, anziani e bambini. Ne deriva un disordine che comporta lo scadimento della qualità urbana, la diminuzione della sicurezza e l’impossibilità di godere della propria città in modo sereno.

Riteniamo  indispensabile e non più procrastinabile affrontare il tema della riorganizzazione dello spazio pubblico cittadino in modo organico e di “sistema” per questo proponiamo ai candidati alla carica di sindaco di inserire nei loro programmi nove obiettivi che è indispensabile raggiungere in tempi brevi.

Questi obiettivi vanno dalla riconquista dello spazio cittadino per chi cammina o pedala nelle strade il quale deve poterlo fare in sicurezza, all’educazione ed il rispetto degli altri perché la strada è di tutti a partire dal più debole.

Per raggiungere questi obiettivi abbiamo individuato quattordici azioni che attraverso una migliore conoscenza del territorio vertono sull’individuazione di ogni singolo metro quadrato che può essere restituito alle persone. Una migliore logistica delle merci, attraversamenti pedonali non assediati dalle auto, estensione delle aree pedonali e zone 30, larghezza delle strade sufficiente al transito del mezzo pubblico ma non oltre, eliminazione dei parcheggi di superficie quando si costruiscono quelli nel sottosuolo sono alcune delle azioni da portare a termine.

Contemporaneamente alla liberazione degli spazi pubblici sono necessarie tutta una serie di azioni in favore della mobilità ciclistica che possimao così sintetizzare:

  1. Completare la rete ciclabile primaria in sede protetta
  2. Sviluppare tracciati ciclabili secondari di connessione di municipi e quartieri
  3. Incentivare l’uso della bici attraverso premialità
  4. Sviluppare ulteriormente l’intermodalità trasporto pubblico locale + bici.
  5. Migliorare la sicurezza sia attiva che passiva
  6. Potenziare le dotazioni ed i servizi di supporto alla ciclabilità
  7. Aumentare i poteri dell’Ufficio Smart Mobility del comune
  8. Potenziare la comunicazione

Il documento integrale, dove vengono declinate nel dettaglio le singole azioni, è scaricabile alla pagina https://bit.ly/fiab_elezioni_comunali . Lo stesso viene messo a disposizione di tutti i candidati alla carica di sindaco e delle liste delle coalizioni. Restiamo disponibili a discuterne con i candidati al fine di condividere le azioni e le soluzioni per arrivare ad un deciso intervento di moderazione del traffico congiunto a un aumento dell’uso della bicicletta da parte della popolazione. In sintesi: una città più accogliente verso le persone con capacità motoria ridotta e sicura per i bambini; una città più bella, vivibile, gradevole e attrattiva per i residenti e i turisti. Una città europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *