• 3342309616
  • info@fiabgenova.it
  • Via Caffa 3/5b - 16129 Genova
Uncategorized
Bike to work Genova Ponente

Bike to work Genova Ponente

In bici al lavoro in compagnia e con più sicurezza

 

Visualizza Fiume ciclistico del ponente genovese in una mappa di dimensioni maggiori

Pedalare in compagnia per superare le paure, ridimensionare i rischi del traffico, divertirsi, fare un salutare esercizio fisico, non avere la sgradevole impressione di perdere tempo prezioso della propria vita nei trasferimenti casa-lavoro (o scuola)? Oggi è possibile!

 

Ecco “Genova Bike to work“, la piattaforma pensata per favorire l’incontro di ciclisti urbani esperti e neofiti coniugando la flessibilità degli orari e delle esigenze di ciascuno con la necessità di una pianificazione.

La viabilità principale è concepita come il letto di un lungo fiume. Numerose sorgenti individuate nei quartieri fungono da punto di raccolta dei ciclisti urbani.

Dalle ore 06.00 alle ore 09.30, ogni 15′ minuti, i gruppi che si sono formati lasciano la propria sorgente per immettersi nel fiume ed unirsi agli altri.

Gli orari di partenza sono quindi: 06.00 – 06.15 – 06.30 – 06.45 – 07.00 – 07.15 – 07.30 – 07.45 – 08.00 – 08.15 – 08.30 – 08.45 – 09.00 – 09.15 – 09.30

Giunto alla tua sorgente non sei tenuto ad aspettare altri per più di 5 minuti oltre all’orario di partenza che hai scelto! Per esempio, se hai scelto di partire alle 07.15, alle 07.20 potrai partire anche da solo. Il fiume è lungo…qualcun altro incontrerai!

logo b2w andata

 

 

Da tenere a mente:

  1. lo stile di pedalata deve essere rigorosamente slow. L’obiettivo è sudare il meno possibile! Abbandona quindi il naturale spirito agonistico.
  2. non è obbligatorio percorrere il fiume in tutta la sua lunghezza! Puoi percorrere anche dei semplici tratti, ad esempio da Voltri a Pegli, da Sestri a San Pier d’Arena, ecc.
  3. Il percorso è su strade aperte al normale traffico. E’ importante non pedalare affiancati, rispettare i semafori ed i pedoni (per tre motivi: non correre rischi inutili, non fornire pretesti per facili critiche, comporre un lungo serpente di ciclisti che sia visibile a tutti e stimoli altri ad aggregarsi). Il casco non è obbligatorio ma caldamente consigliato. In ogni caso occorre rispettare il Codice della Strada ed usare buon senso. Sei responsabile della tua condotta e manlevi il gestore della piattaforma da qualsiasi responsabilità.
  4. non dimenticare di promuovere la sorgente di Tuo interesse presso amici, conoscenti, vicini di casa e colleghi!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *