• 3342309616
  • info@fiabgenova.it
  • Via Caffa 3/5b - 16129 Genova
Blog
Auguri per un 1^ maggio (non) in bici

Auguri per un 1^ maggio (non) in bici

pista ciclabileVogliamo innanzitutto pubblicare un messagio pervenutoci il primo maggio da Roberto, un nostro socio/dirigente di vecchia data:
 
Il coronavirus ci priva quest’anno di una giornata di festa e commemorazione, che negli anni passati trascorrevamo spesso  insieme  a parenti, amici e conoscenti, oppure in qualche gruppetto improvvisato di pedalatori che non volevano rinunciare alla loro attività preferita!
 
Oggi invece è diverso ed i ciclisti che frequentano le strade della città sono da soli, in virtù dell’attenuazione delle regole del lockdown, che continuano a imporre però il distanziamento.
 
Noi soci di AdB – FIAB Genova in questi mesi di clausura e astinenza-bici non abbiamo certo sprecato il nostro tempo, ma anzi siamo riusciti, pur nella forzata lontananza fisica, a rinvigorire quei rapporti di amicizia e di collaborazione che hanno da sempre caratterizzato la nostra esperienza associativa, ed a rafforzare soprattutto il nostro impegno e la nostra azione mirata nei confronti degli enti chiamati a rispondere URGENTEMENTE alle sfide che nascono in questa difficile fase che si sta per aprire: Regione Liguria,  Comune di Genova, Genova Città Metropolitana.
 
Gli AdB sono nati a Genova nel 1987, cioè ancor prima della FIAB, per promuovere l’uso della bici come mezzo di trasporto, sia in città che nel tempo libero: da allora siamo quasi costantemente cresciuti nel numero di adesioni  perché i nostri principi ispiratori hanno convinto sempre più persone che, anno dopo anno, hanno fatto crescere l’Associazione, pur tra le difficoltà e i “luoghi comuni” tipici della città: troppe salite, strade molto spesso strette, rischi per la convivenza col traffico motorizzato…..
 
Ebbene, in questi 33 anni l’associazione è riuscita a mantenersi attiva ed a crescere – sintetizzando – su tre fronti: da sempre sotto l’aspetto “ciclo-escursionistico”, per continuare a scoprire il territorio e a promuovere tutte le forme di turismo sostenibile (ciclo escursioni, ciclo vacanze, ciclo viaggi); successivamente quello che potremmo definire della “mobilità nuova” per dare nuova vita alla nostra città, sempre più sommersa dal traffico motorizzato, e nello stesso tempo migliorare il benessere psico-fisico della persona, con un impiego semplicemente normale della bici come mezzo di trasporto abituale;  infine  l’aspetto “istituzionale”, per affrontare  i rapporti con la Pubblica Amministrazione ed i cosiddetti  “decisori politici” (che spesso hanno deciso poco e male), con il duplice obiettivo di ribaltare una volta per tutte la mentalità di coloro che ancora vedono la città e i rapporti tra i suoi componenti e le sue categorie, basati essenzialmente sull’onnipresenza dell’auto, considerata quasi come totem a cui tutto il resto si deve adattare; e di provvedere  conseguentemente a un deciso e RAPIDO cambio di rotta sulla gestione del traffico, del TPL e di quelle che potremmo definire le “ infrastrutture  del futuro”, progettate e realizzate a tempi brevissimi per le difficili fasi che ci attendono.
 
AUGURI QUINDI A TUTTI:  ai Soci, che sono  sempre rimasti vicino all’Associazione in particolare in questo periodo, al Direttivo, agli Attivisti, al Gruppo Tecnico che proprio in questi giorni sta mettendo a punto un progetto di amplia portata per la ciclabilità di Genova – sia centro che delegazioni.
 
Vorrei chiudere queste mie brevi considerazioni, con le ultime parole di un messaggio, arrivatoci da una appartenente ad  un nuovo gruppo FB, che avrebbe l’intenzione di inviare una petizione al Sindaco e ai cittadini di Genova:
 
“GRAZIE DI ESISTERE! AVRETE TUTTO IL NOSTRO SFORZO E SOSTEGNO!”
 
Roberto Gobbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *